Meditcult

Il Progetto Meditcult

Il progetto di cooperazione denominato MEDITERRANEAN FISHERY HERITAGE, COASTAL CULTURES AND TRADITIONS – “MEDITCULT”, a valere sulla misura H del PSC dei GAC Pugliesi, è stato elaborato da 6 Gruppi di Azione Costiera (GAC) pugliesi (GAC Adriatico Salentino, GAC Jonico Salentino, GAC Mare degli Ulivi, GAC Terre di Mare, GAC Gargano Mare e GAC Lagune del Gargano) con capofila il GAC Adriatico Salentino, in collaborazione con altri GAC europei afferenti ad altri progetti di cooperazione internazionale.

Lo scopo del progetto è attuare una strategia interterritoriale di caratterizzazione del territorio e di valorizzazione dei prodotti ittici, finalizzata a promuovere l’eredità storica del mondo della pesca oltre alle culture e le tradizioni connesse alla fascia costiera. L’obiettivo generale del progetto è attuare una campagna di recupero, valorizzazione e rilancio dei principali caratteri sociali, storici e culturali connessi al settore della pesca, alle tradizioni territoriali e alle culture della fascia costiera.

Gli obiettivi specifici sono:

  • Effettuare una ricognizione dei principali attrattori turistici, ambientali e culturali delle aree coinvolte nel progetto.
  • Caratterizzare i principali prodotti ittici pescati e trasformati nelle aree di progetto e interagire con altri progetti di cooperazione internazionale.
  • Attuare un aggiornamento professionale degli operatori della pesca, favorendo scambi di know-how con altre aree costiere europee.
  • Costruire e promuovere una “Rete Blu” fra gli operatori turistici delle aree costiere coinvolte che favorisca il consumo di prodotto ittici.
  • Programmare azioni di valorizzazione delle ricette tradizionali, antiche o dimenticate e tipiche della cultura marinara e dei pescatori.

Il progetto prevede tra le attività la creazione di una Rete BLU tra gli operatori delle zone di pesca coinvolte che favorisca, attraverso specifiche azioni di promozioni, il consumo di prodotti ittici locali e la valorizzazione turistica delle aree costiere anche attraverso la collaborazione con operatori turistici.

La Rete sarà costituita da hotels, ristoranti, ittiturismi, operatori del pescaturismo, punti di vendita diretta e quanti altri si riconosceranno nello spirito di valorizzazione dei prodotti ittici delle zone di pesca coinvolte. La Rete Blu sarà pubblicizzata con la produzione di materiale divulgativo e pubblicitario, si prevede la realizzazione di gadget (cappellini, magliette, tovagliette di carta per i ristoratori, mappe, etc) da distribuire sui territori di competenza.